sponsorizzazioni Instagram

Sponsorizzazioni Instagram: Ecco perché NON dovresti usarle!

Se hai un profilo Instagram appena aperto, non ti azzardare a comprare sponsorizzazioni Instagram!

… almeno non prima di aver letto questo articolo. 😃

Ho un’amica con un profilo prossimo ai 10k. Si è scocciata del fatto che Instagram riduce sempre di più la visibilità dei suoi post e ha pensato di provare a crescere usando proprio le sponsorizzazioni su Instagram.

Risultato?

Mi ha raccontato della sua esperienza, di come non sono arrivati nuovi follower sul profilo ma solo like alla foto.

Spero che tu non voglia ritrovarti in questa situazione, per questo ho voluto parlarti di questo argomento.

Per spiegarti quanti modi ci sono per sponsorizzare contenuti su Instagram e come utilizzarli al meglio per ottenere dei risultati.

Dai un’occhiata qui sotto prima di cliccare su Sponsorizza Post! 😃

sponsorizzazioni Instagram

Sponsorizzazioni Instagram, hai due alternative

La cosa bella delle sponsorizzazioni su Instagram è che sono accessibili a tutti e sono facilissime da utilizzare. Ma può essere anche un’arma a doppio taglio.

Le pubblicità non sono uno strumento da prendere sotto gamba, perché ci investi dei soldi.

Che sia il piccolo budget che hai stabilito per la tua azienda o la paghetta dei tuoi genitori non è tanto importante. Lo scopo è quello di avere un ritorno da quell’investimento, per quanto piccolo possa essere.

Instagram ha pensato ad una soluzione per ogni esigenza. Se hai provato a sponsorizzare qualcosa su Instagram magari avrai notato che ci sono delle ads che non riesci a riprodurre dall’app o che comunque alcuni profili mandano della pubblicità che non puoi ritrovare sui loro feed.

Ora ti spiego quali sono i due modi principali per fare sponsorizzazioni su Instagram.

Puoi usare l’app Instagram

Il modo più semplice ed accessibile a tutti è farlo direttamente tramite l’app. Se hai un profilo aziendale collegato ad una pagina Facebook, puoi facilmente promuovere tutto ciò che Instagram ti concede semplicemente cliccando il pulsantino blu Promuovi che trovi in giro sulla piattaforma.

Un modo molto comodo, se hai qualcosa da mostrare o da dire ai tuoi follower, a nuovi potenziali account e vuoi fare tutto on-the-go.

La cosa bella è che tanti pensano che con questo metodo sia possibile ottenere tanti follower. In realtà, ciò che succede e che la tua foto o la tua storia ottiene una maggiore visibilità, viene fatta vedere anche ai tuoi follower a cui di solito viene nascosta e puoi raggiungere nuovi account.

Ma non è detto che questi comincino a seguirti, anzi, per esperienza personale e grazie alle testimonianze di alcune mie amiche, di solito arriva solo qualche follower spendendo qualche decina di euro nella promozione di un post.

Niente di più.

Ma vediamo un po’ cos’altro possiamo fare.

Vai alla gestione inserzioni

La vera piattaforma pubblicitaria è su Facebbok non su Instagram, quindi la prima cosa che dovrai fare è accedere al tuo account personale e creare un account pubblicitario.

A questo punto, avrai a disposizione il tuo account Gestione Inserzioni dove puoi lanciare pubblicità su tutti i posizionamenti di proprietà dell’azienda Facebook.

Un posizionamento è semplicemente un posto in cui la tua pubblicità verrà mostrata. Per esempio, le storie Instagram sono un possibile posizionamento per il tuo annuncio. Ma ce ne sono davvero tanti altri a cui non possiamo accedere tramite l’app Instagram, senza contare la possibilità di inviare pubblicità anche su Facebook e Messenger.

Da qui, puoi creare degli annunci appositi, che non verranno mostrati nelle tue storie Instagram o sulla tua bacheca ma saranno delle sponsorizzazioni Instagram indipendenti.

Puoi impostare un sacco di parametri come il pubblico a cui vuoi che venga mostrato, il budget giornaliero, puoi caricare foto e video diversi per ciascun posizionamento, fare dei test … insomma, tutto è pensato per chi di pubblicità se ne intende.

Questo strumento è il più potente di tutti ed è grazie ad esso che molti sul web reclamano di aver fatto mille mila euro in 24 ore.

Bisogna studiare bene come lanciare pubblicità dalla Gestione Inserzioni di Facebook in modo da ottimizzare il budget pubblicitario.

 

Perché non usare le sponsorizzazioni Instagram se vuoi far crescere il tuo profilo

So che sembra una pazzia, ma se usi le sponsorizzazioni in modo sbagliato perderai solo tempo e soldi.

La prima cosa che devi chiederti è la seguente.

Qual è lo scopo della mia campagna?

Ebbene sì, parecchi sponsorizzano solo per fare i fighi e avere tanti follower, o ottenere qualche like in più. Devi sapere che questi non sono obiettivi ben definiti.

Quando ci sono in ballo i soldi, devi sempre ragionare in termini di investimento. Ciò che tu stai facendo dando dei soldi a Instagram è investire dei soldi che spero ti sia guadagnato con onore per ottenere un determinato risultato.

E si spera che quel risultato riguardi un certo ritorno economico da quella spesa.

Ok, potresti anche importi come obiettivo quello di aumentare i follower al tuo profilo o i like sotto i post. Questo ha un senso se poi i brand ti pagano di più per le collaborazioni. Se sei agli inizi e i brand lo stesso non ti pagano, non dovrebbe essere l’obiettivo più saggio.

Quantomeno, ti consiglio di farti aiutare da un professionista che unisca le sponsorizzazioni ad una buona strategia di crescita su Instagram.

Gli obiettivi principali degli annunci pubblicitari sono quelli di ottenere un ritorno economico. Ed è quello su cui si basa tutta la disciplina del Facebook advertising.

Il giochetto è ottimizzare al massimo il budget che spendi in modo da ottenere il massimo ritorno in termini di vendite e soldi.

E questo presuppone che tu abbia dei prodotti da mettere in vendita.

Allora perché non dovrei usare questo sponsorizzazioni?

Se vuoi entrare nel mondo dei micro-influencer in modo veloce, ti scocci di far crescere il tuo profilo Instagram piano piano e vuoi una scorciatoia per il successo, non ti consigli di promuovere post da autodidatta.

Non funziona, o meglio riesci ad ottenere tanti follower se fai davvero delle foto PAZZESCHE  e ci spendi un po’ di soldi. Per un po’ di soldi intendo centinaia se non migliaia di euro al mese.

In caso contrario, ti troveresti ad avere solo un poco di like sotto le tue foto, che ormai stanno anche scomparendo da Instagram.

Che significa tutto questo?

Non avrai niente da mostrare ai tuoi follower perché i like non li vedono, ma puoi solo inviare le statistiche alle aziende che vogliono lavorare con te. Se il tuo profilo è piccolo, rischi di non riuscire a stringere collaborazioni con aziende che prevedano un pagamento.

Insomma, spendi soldi ma non ti entra niente in tasca. Questo non è un business, non ti porta un tornaconto economico ed è solo un passatempo.

Ovviamente puoi sempre farlo se ti va di spendere cifre del genere, se vuoi comunque avere un profilo figo per sfizio, ma ciò non ti porterà da nessuna parte a livello lavorativo.

Cosa fare allora?

A parte rivolgerti ad un esperto, se hai un po’ di soldi da investire e un obiettivo ben preciso, ti consiglio di non sponsorizzare il tuo profilo, bensì dei tuoi prodotti.

Per esempio, crei un e-book che metti semplicemente in vendita su KDP Amazon, il servizio per l’auto-pubblicazioni di kindle. Questo libro deve rispondere ad un problema dei tuoi follower, in questo modo avrai persone che sono già potenzialmente interessate.

Se vuoi sapere come pubblicare un libro su Amazon in 24 ore, ho scritto tutto in qui.

Non solo.

Usare Amazon come intermediario ti permette di vendere tuoi prodotti senza avere un blog o un sito web, come invece faccio io nella mia sezione Corsi qui sul blog.

Ti consiglio sempre di pensare ad aprire un tuo blog se hai un’idea da portare avanti, perché il blog ti permette di esprimerti al 100% non solo a livello di testo ma anche grafico e puoi anche vendere i tuoi prodotti senza intermediari (leggi anche perché ha ancora senso aprire un blog).

Per vendere un e-book sul tuo sito devi dare solo una piccola percentuale, 2-7%, al gestore dei pagamenti (come Paypal). Su Amazon o altri siti, invece, le percentuali minime che devi dare al sito partono dal 30% e questo ammazza i tuoi guadagni.

Quindi, torniamo a noi.

Una volta che hai creato dei prodotti digitali, usa le sponsorizzazioni per promuovere quelli. Ovviamente ciò è possibile solo dal pannello Gestione Inserzioni nelle impostazioni del tuo account Facebook.

Così potrai lavorare sull’ottimizzazione degli annunci in modo che ogni euro speso ti generi più di un euro (si spera!) di ritorno economico.

Non solo!

Ciò ti permetterà di allargare il tuo pubblico e di creare una community di utenti fedeli.

Quelli che finiranno sul tuo profilo prima o dopo di aver usufruito del tuo prodotto, apprezzano ciò che fai e sono molto più propensi a seguirti.

In tutto questo, avrai un budget che puoi iniziare a investire anche per sponsorizzare post e far crescere ancora il tuo profilo.

Non male, no?

 

Se ti è piaciuto questo articolo puoi lasciarmi cinque stelline qui sotto! 😃

[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

 

Hai mai provato ad usare le sponsorizzazioni su Instagram?

Mi farebbe piacere conoscere la tua esperienza nei commenti qui sotto! Ti ritrovi con quello che ho detto? Hai provato a far crescere il tuo profilo con le sponsorizzazioni Instagram?

Se qualcuno che conosci sta sponsorizzando post Instagram senza risultati, puoi condividere questo articolo con i pulsantini social qui sotto! 😃

 

Se hai davvero una bella idea e vuoi far crescere il tuo profilo con uno scopo ben preciso ti consiglio sempre, oltre a dare un’occhiata alle 20 tecniche per aumentare i tuoi follower Instagram, di richiedere una consulenza ad un professionista, che saprà aiutarti al meglio per gestire tutte le questioni legate ad Instagram.

Non credere sia facile, c’è un’intera disciplina dietro le pubblicità su Instagram e ci sono persone che hanno costruito business milionari. Te l’ho spiegato anche quando ho parlato di quanto guadagna un influencer.

Se invece vuoi proseguire da autodidatta e, perché no, anche rivendere a qualcun altro le competenze che acquisirai, sto scrivendo una guida in cui raccolto tutte le strategie che ho usato per portare al successo il mio account Instagram.

Tutti i membri della mia community saranno aggiornati del suo sviluppo e sul giorno dell’uscita via mail.

Inoltre, riservo sempre a tutti loro un breve estratto gratuito delle mie guide in anteprima e degli sconti speciali ai primi membri che decidono di usufruire per primi delle mie creazioni.

Se vuoi far parte della mia community ed essere tra i primi a leggere la guida, puoi inserire la mail qui sotto.

 

Ci sentiamo alla prossima.
Namasté,

Monica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.