Iniziare a gestire un profilo Instagram

Iniziare a gestire un profilo Instagram: Avvia il profilo e definisci la tua strategia di successo

Monica, da dove posso iniziare a gestire il mio profilo Instagram?

Vediamo ogni giorno profili Instagram con tanti follower e li vorremmo anche noi.

Hanno iniziato mesi se non anni fa, quando forse era un po’ tutto più facile.

Ma se avessi la necessità di avviare da zero (o quasi) un profilo Instagram cosa potresti fare?

 

Voglio rispondere a questa domanda che in molti mi hanno fatto.

Mi rivolgo a te che hai un profilo Instagram personale e vuoi iniziare a trasformarlo in qualcosa di professionale, far crescere i tuoi follower e, perché no, cominciare a guadagnare qualcosa con le collaborazioni.

A te che hai deciso di aprire un tuo sito web, hai avuto un’idea e vuoi iniziare a diffonderla tramite Instagram o semplicemente hai iniziato a gestire un profilo di qualcun altro.

Seguimi!

 

Iniziare a gestire un profilo Instagram non è facile!

Ho sempre pensato di scrivere qualcosa di più su come migliorare un profilo Instagram.

Ogni volta pensavo

Monica, tutti vogliono sapere come muoversi su Instagram, devi assolutamente scrivere tu come hai fatto!

Ma poi ero sempre presa dall’insicurezza (qui ti ho spiegato come ho superato la mia insicurezza cronica).

 

So che può sembrarti strano, ma l’argomento Instagram è molto ampio.

Come ti ho già spiegato in questo articolo, ormai non è più un semplice gioco ma è una vera e propria piattaforma di digital marketing.

Non è usata solo da persone comuni che vogliono condividere le proprie esperienze ma anche da aziende, personaggi che cercano notorietà.

Se sei qui, probabilmente lo hai capito anche tu.

Vuoi utilizzare Instagram per i tuoi scopi e sfruttarne tutte le potenzialità.

Iniziare non è facile al momento.

Ci vuole la giusta strategia per emergere dalla massa.

Non basta più pubblicare le foto che ti piacciono e aspettarti che qualcuno ti metta like o legga i tuoi articoli.

 

Ti stavo dicendo, non sapevo proprio da dove iniziare a parlare di Instagram.

Dovevo fare uno forzo terribile per organizzare tutte le idee e cercare di scrivere il tutto nel modo più semplice possibile.

Fin quando non è successa una cosa.

La mia amica Roberta mi contatta scrivendomi

 

Ciao Monic!

Pensavo, ma perché non fai un tutorial su come crescere su Instagram? Ti dico la verità, ci sono diversi video in rete, alcuni buoni, ma visto che tu hai studiato queste cose, se più affidabile.

Ho una pagina di una rivista appena nata che dovrebbe migliorare il suo approccio su Instagram e sui social. Conosco alcune tecniche, so che è importante la costanza etc. etc. ma mi interesserebbe un tuo video.

Essendo una rivista, le foto sono di solito articoli di giornale ecc. ma penso che al di là della qualità delle foto ci siano delle “strategie” per rendere la pagina più popolare.

 

Ringraziate Roberta nei commenti qui sotto perché è riuscita a scrivere quelli che sono i dubbi e i pregiudizi più comuni riguardo ad Instagram.

Senza di lei probabilmente avrei ancora rimandato la cosa.

Non riuscirò a rispondere a tutto in un unico articolo, ma ne scriverò diversi.

Il suo profilo Instagram di giornalismo sarà la mia ispirazione ma tutto ciò che dirò può essere applicato anche a profili personali o pagine di aziende.

Iniziamo?

Definisci strategia Instagram

 

I passi per iniziare a gestire un profilo Instagram di successo

Su YouTube e in rete avrai visto un sacco di video e letto articoli su come crescere su Instagram o come aumentare i follower su Instagram.

Dulcis in fundo, quando l’articolo sta per finire e non ti hanno dato le informazioni che stai cercando, fanno appello alla tanto amata costanza.

Mettiamo in chiaro, sono la sostenitrice numero uno della costanza.

È una parte fondamentale del processo.

Se pensi di pubblicare una foto al mese e sperare di crescere questo non è il posto per te.

 

Cosa intendo quando dico crescere su Instagram?

Ecco un altro pregiudizio.

Crescere su Instagram NON significa più aumentare i follower.

Prima era l’unico numero che contava.

Ora, date le tante tecniche illecite che sono nate per pompare questo numero, è diventato quasi ininfluente agli occhi dei più esperti, se non è supportato da altre cose.

Quando pensi a crescere su Instagram, d’ora in poi, dovrai pensare a costruire delle relazioni con le persone che ti seguono e creare una community.

Questa è l’unica cosa che conta!

Like e commenti sinceri e persone che apprezzano ciò che fai e che dici.

È essenziale per far sì che passino da Instagram a quello che gli proponi al di fuori della piattaforma.

Devi fare in modo che vadano a leggere i tuoi articoli, frequentino il tuo blog e, perché no, acquistino un tuo libro, un  prodotto che consigli, ecc.

Questo è davvero un profilo influente. Uno che sappia smuovere le persone all’azione.

È vero, ci sono un sacco di tecniche oscure per far crescere i tuoi follower e te ne ho parlato già in questo articolo, ma nessuna di queste ti porterà a costruire una community.

Il risultato?

Avrai tanti follower ma:

  • basse interazioni con i post (pochi like e commenti)
  • pochissimi guarderanno le tue storie
  • ancora di meno saranno disposti a leggere i contenuti che pubblichi (articolo, blog post)
  • scarsa soddisfazione personale perché ti accorgi che la gente non ti caga!

 

Ma come si crea una community?

Non è facile, come puoi immaginare.

Ma ti posso assicurare che nel lungo termine ti porterà molte più soddisfazioni.

Già ti ho spiegato in questo articolo che Instagram non è un social eterno e potrebbe scomparire da un momento all’altro.

Portare i tuoi follower al di fuori del social è NECESSARIO.

 

Portare i tuoi follower al di fuori del social è necessario. Condividi il Tweet

 

Tutti gli errori di cui ti parlo, li ho commessi io personalmente!

Quando ho iniziato ero super ossessionata dai follower Instagram.

L’unico scopo era quello di far aumentare quel maledetto numero e cominciare finalmente a contattare i brand per fare collaborazioni (qui ti ho spiegato perché in seguito ho smesso di collaborare).

 

La cosa che più di tutte ha funzionato per far crescere i miei follower Instagram è creare un profilo omogeneo.

Se vuoi conoscere tutte le tecniche per creare una griglia Instagram davvero armonica e raddoppiare in poco tempo i tuoi follower, puoi scaricare gratis l’estratto della guida per creare un Profilo Instagram Omogeneo compilando i campi qui sotto.

Pochi secondi e la riceverai direttamente nella tua casella di posta!

Profilo Instagram omogeneo ebook copertina

 

Andiamo avanti con la mia storia.

Quando finalmente mi sono decisa ad aprire un blog e ho visto che la gente non leggeva i miei articoli!

Non se ne fotteva un c***o di quello che avevo da dire perché infondo quei follower erano solo un numero passivo.

E così ho deciso di dare una svolta.

Le mie conoscenze, quello che volevo trasmettere al mondo era molto più importante di quel numero e ho cominciato a preoccuparmi meno dei follower e creare articolo utili e di qualità per i miei lettori.

La gente ha cominciato a seguirmi.

 

Quello che ti scriverò qui sotto potrebbe sembrarti scontato ma ti assicuro che il 90% dei profili lì fuori non lo fa.

E poi non vengano a lamentarsi che non ottengono risultati.

Vediamo subito i passi da seguire per iniziare a gestire un profilo instagram!

 

Un momento!

Questo articolo è uscito fuori molto più corposo del previsto. Ho inserito e catalogato un sacco di informazioni sparpagliate sul web per creare qualcosa di unico e dal valore superiore.

Se conosci qualcuno a cui potrebbe interessare, condividilo con i pulsantini qui sotto. Gli risparmieresti un sacco di tempo!

 

#1 Definisci la tua identità unica

Sto per dirti una cosa che non ti aspetti.

Il primo passo per iniziare a gestire un profilo Instagram di successo (se poi vuoi farlo di m***a puoi usare tutte le altre tecniche del mondo XD) è capire chi sei e a chi stai parlando.

Non ha senso nemmeno iniziare a gestire un profilo Instagram se non hai chiaro questo.

Ora voglio spiegarti cosa intendo.

Presta la massima attenzione.

 

Definire la tua identità unica significa far capire alle persone chi sei e perché dovrebbero seguiti (non solo su Instagram).

E devi cercare di sintetizzare il tutto in un unico slogan.

Se vuoi approfondire, ho spiegato come creare un profilo Instagram omogeneo qui.

In pratica, si tratta di rispondere a queste due domande.

 

1) Chi sono?

Mi sono posta più volte questa domanda. Prima di comunicare qualcosa dobbiamo prima capire noi stessi.

Questo processo ha richiesto molto tempo.

 

Prima di comunicare qualcosa agli altri dobbiamo prima capire noi stessi. Condividi il Tweet

 

Ho iniziato pensando di voler essere una travel blogger, poi sono passata per un profilo di fotografia, poi fashion blogger, per finire su lifestyle blogger.

È davvero difficile capire cosa vuoi essere. Se non provi passione per quello che fai non riesci a trovare materiale e spunti di cui parlare.

Soprattutto quando si tratta di un profilo personale.

Prendi subito carta e penna, fatti un’analisi di coscienza e cerca di capire chi vuoi essere.

Per aiutarti, ho rifatto il lavoro per la rivista della mia amica Roberta. La stessa di prima, te la ricordi?

 

Il profilo è @labussolanews.it. La sua identità è rivista di attualità.

Banale vero? La cosa meno scontata è che tutti i contenuti che pubblicherai su tutti i canali social e siti web dovranno essere super coerenti con questa identità.

Se la bussolanews cominciasse a fare documentari storici alla Alberto Angela sarebbe molto al di fuori della sua identità. La gente non la riconoscerebbe più.

Conseguenza?

Unfollow!

 

In un mondo pieno di rumore, devi cercare di emergere. Condividi il Tweet

 

2) Perché sono diverso?

Per ora abbiamo capito qual è la tua identità, ma se questa non sarà diversa da tutte le lifestyle blogger lì fuori o da tutte le altre riviste di attualità allora cadrai nell’indifferenza.

L’unicità è qualcosa che ti rende diverso. Quel qualcosa che dice alle persone

Hey, seguimi perché io ti do questo che le altre persone, riviste o chicchessia non ti danno!

Questo ti permette di fare la differenza in un mondo che è pieno di qualsiasi cosa.

 

Non spaventarti.

Potresti pensare che non c’è più spazio per il nuovo.

Io credo invece che c’è solo abbondanza di cose scontate.

Il mondo del web è prontissimo ad accettare ciò che di diverso e innovativo avrai da proporre.

Riprendiamo un po’ di esempi, per farti capire.

 

Nel mio caso, perché sono diversa da tutte le altre lifestyle blogger sulla rete?

“Strategie pratiche per fashion blogger e influencer”, recita il sottotitolo del mio blog.

La differenza la faccio mostrandoti la strada per entrare nel mondo del web.

Mentre tutte le altre ostentano i traguardi raggiunti, le loro foto pazzesche, io ti spiego tutto ciò che c’è dietro. Come fare ad ottenere quei risultati, quelle foto e cominciare a fare il loro stesso lavoro.

Il tutto condito dalla mia personalità unica e dal mio modo di vedere la vita.

Sono appassionata di crescita personale e di marketing e non perdo occasione per dire a tutte coloro che mi seguono quanto sia importante uscire fuori dagli schemi, avere la motivazione giusta e ottenere risultati eccezionali.

Anche suggerendo libri.

Mentre la maggior parte delle lifestyle blogger legge l’ultimo romanzo amoroso in aereo, io leggo l’ultimo libro di Tim Ferris nel parchetto di fronte casa.

È poco figo?

Non importa! La gente si sta scocciando di cose fighe troppo ovattate e sta cercando sempre di più una personalità forte.

Ed è quello che devi dargli.

 

Nel caso di @labussolanews.it, quante riviste di attualità ci sono? Ho perso il conto!

Perché dovrebbe essere unica?

Avanzo un po’ di ipotesi. Perché la redazione è fatta di ragazzi giovani, il punto di vista dei loro articoli sarà molto più attuale di molte riviste scritte da gente prossima al pensionamento.

Sono una rivista locale, del sud ed esprime un contesto e una realtà molti differente dalle grandi città del nord.

Può avere uno stile di scrittura particolarmente pungente, satirico, ironico. O ancora potrebbe distinguersi perché tutti i giovani che scrivono lo fanno in modo estremamente colloquiale. Niente paroloni e giri di parole ma dritti al punto dei problemi della società!

 

Analizza tutti i punti di forza. Non pensare ai pregiudizio della gente.

Ci sarà sempre qualcuno che condividerà le tue idee e sarà pronto a seguirti.

Quanto più riesci a trovare qualcosa di specifico e unico quante più possibilità di successo avrai.

Anche il mio stile di scrittura in questo blog cerca di essere colloquiale.

Non ho problemi a scrivere parolacce o cose così come mi vengono in mente. Il mio scopo è comunicare qualcosa e farlo arrivare nella testa delle persone. Portarti all’azione.

Se manca qualche accento o se la mia prof di italiano mi boccerebbe dieci volte non è un mio problema se appena finisci di leggere questo articolo saprai benissimo come muoverti per iniziare a gestire un profilo Instagram!

 

Come traduciamo tutto questo?

In uno slogan! Sintetico e chiaro.

Il mio già te l’ho detto prima, quello di @labussolanews.it potrebbe essere

 

Un giovane punto di vista sull’attualità.

L’attualità secondo noi giovani.

 

Capito no?

Deve far cogliere in poche parole la tua essenza e ricordalo ogni volta che crei un nuovo contenuto.

 

#2 Definisci il tuo pubblico

A chi parli?

Non dire a tutti, perché questo ti farebbe cadere in un grosso errore.

Non ti distingui dalla massa e non comunichi bene la tua identità unica.

Il modo più semplice per definire il tuo pubblico è immaginarti una persona tipo e, ogni volta che pubblichi su Instagram o scrivi, immagina di star parlando a lei.

 

L’immagine deve essere molto vivida.

Se è maschio femmina o se è indifferente, a che classe sociale appartiene, cosa ama, cosa odia, quali sono i suoi pregiudizi, che tipo di linguaggio parla e tutti i dettagli che ti vengono in mente.

Io, per esempio, mi rivolgo principalmente a ragazze giovani che hanno voglia di crearsi una carriera sul web, che hanno tanti grandi sogni ma sono bloccate dai pregiudizi negativi della società.

Parlo in modo semplice, colloquiale, come se fossimo al bar. Voglio farmi capire non voglio parlare loro in versi.

Per la bussola potrebbe essere i giovani del sul, attenti all’attualità, a cui piace informarsi ed essere al passo con i tempi. Quelli che vogliono partecipare attivamente alla vita e alle decisioni del proprio paese e cercano di fare la differenza.

La bussola potrebbe perciò usare un linguaggio vicino ai giovani, senza rinunciare però a qualche chicca letteraria di tanto in tanto.

È fantastico quando cominci a leggere qualcosa e ti rendi subito conto chi l’ha scritto!

Devi puntare a questo!

Follower su Instagram

 

#3 Comunica chi sei al mondo di Instagram: Cura il profilo

Adesso puoi buttarti su tutte le piattaforme del mondo!

A partire dal tuo profilo Instagram.

Deve rispecchiare al 100% l’immagine che hai definito sopra.

La gente deve capire la tua identità in pochi secondi.

Scegli un’immagine del profilo e una bio pensando alla tua identità unica.

Ricorda che la gente decide di seguirti o no in circa 5 secondi.

Sfruttali saggiamente!

 

#4 Pubblica contenuti COERENTI con COSTANZA

All’inizio non sai quali contenuti potrebbero interessare al tuo pubblico.

Per iniziare a gestire il profilo Instagram fai dei piccoli test.

Nel caso di la bussola news, cosa ottiene più like e commenti?

Video di interviste? Screen di articoli? La vita in redazione?

Ricorda che non devi parlare di ciò che piace a te ma ciò che piace al tuo pubblico!

Poi se questo coincide anche con quello che ti piace allora hai le basi per raggiungere davvero un successo stellare!

Cura non solo i contenuti visivi ma anche la descrizione della foto, restando sempre coerente con l’identità e lo stile di scrittura che abbiamo definito sopra.

Piccola chicca!

Per aumentare le interazioni al post condividilo nelle storie e scrivi una piccola didascalia che incuriosisca le persone ad interessarsi al suo contenuto.

 

#5 Comincia a costruire un seguito

Sai benissimo come funziona quando devi iniziare a gestire un profilo Instagram.

Zero seguaci. Zero persone seguite.

Come fare a far salire un poco questi numeri?

Banale ma efficace.

Cominciando a contattare i tuoi amici, a partire da quelli più stretti.

Spiegagli il tuo progetto e perché dovrebbero seguirlo e chiedi a ciascuno di trovare un amico a cui potrebbe interessare.

È essenziale contattarli in privato e non fare una storia/post pubblico.

Se mostri entusiasmo e interessamento per l’altra persona non c’è motivo per cui dovrebbero dirti di no e spingere anche altri amici a fare lo stesso.

Ma ricorda, tutto questo nasce dall’identità unica che hai creato!

Altra cosa importantissima, che quasi nessuno fa, è cominciare a seguire altri profili!

Cerca di trovare profili simili al tuo e clicca Segui. Qualcuno di loro potrebbe ricambiare.

Lo scopo non è quello di fare follower in questo modo ma … te lo spiego nel prossimo punto!

 

#6 Interagisci!

Lo scopo è quello di interagire e creare una relazione con persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Fare networking, collaborazioni.

Instagram è un social e come tale è basato sulla condivisione.

Comincia a mettere like a foto che davvero ti piacciono, lascia almeno 50 commenti sinceri al giorno, contatta le persone tramite messaggio privato e soprattutto, supera la timidezza, e vedrai che alcuni risultati cominceranno ad arrivare!

 

Questo è tutto ciò che consiglio di fare a te che vuoi iniziare a gestire un profilo Instagram da zero o semplicemente far partire un profilo con pochi follower e senza strategia.

Ora puoi passare alla seconda fare, aumentare i tuoi follower Instagram.

 

Hai qualche dubbio?

Scrivimi pure nei commenti qui sotto!

A presto!

Namasté Monica Pirozzi

 

 

P.S. 8 TECNICHE PER AUMENTARE I FOLLOWER INSTAGRAM

E CREARE UN SEGUITO DAL VALORE DI MIGLIAIA DI EURO (€)

Ho raccolto tutto questo in un piccolo libro, disponibile gratis per tutti gli scritti alla mia community.

Per accedere, basta compilare i campi qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.