Come contattare aziende su Instagram

Come contattare le Aziende su Instagram in modo Efficace

In questo articolo ti spiegherò come contattare le aziende su Instagram per aumentare le probabilità che ti rispondano e convincerle a collaborare con TE.

Se hai già provato a inviare messaggi a brand su Instagram per ricevere prodotti gratuiti senza ricevere risposta, sappi che potrebbe non essere colpa tua. Hai semplicemente utilizzato un metodo sbagliato.

Ti racconterò le strategie che ho sperimentato per avviare le prime collaborazioni e ricevere prodotti di centinaia di euro, con un esempio di mail efficace che puoi utilizzare da subito.

Prima di partire voglio dirti che non tutti possono collaborare con i brand. È vero che bisogna avere almeno 10k follower per diventare un micro-influencer su Instagram?

I requisiti per contattare le aziende su Instagram

Se può sollevarti, non sono molto d’accordo con questa filosofia di pensiero. Sono sostenitrice dell’iniziare il prima possibile. Partendo adesso, ci vuole davvero molto tempo per raggiungere 10k.

Ho visto profili arrivare a questo risultato in poco tempo. @lucamastella, professionista del marketing di grande esperienza e già conosciuto online, ci è riuscito in meno di 6 mesi.

Partendo da zero, senza avere una community che in pochi mesi può farti fare il botto da 0 a 10k, puoi iniziare comunque a muoverti per contattare le aziende su Instagram.

Spesso basta avere più follower del brand in modo da allargare il pubblico che possono raggiungere. Ci sono brand, di impostazione tradizionale e familiare, che hanno deciso da poco di aprire un account su Instagram.

So che può sembrare assurdo su un social con 1 miliardo di utenti. Spesso, soprattutto in aziende in cui non viene vista come priorità, sono in ritardo colossale rispetto al resto del mondo. Per TE può rappresentare una grande opportunità.

Trovi tutti i requisiti per iniziare a contattare le aziende su Instagram in questo articolo: Guida completa per Influencer.

Nei prossimi paragrafi ci prepareremo al meglio ad approcciare i brand e scrivere la mail di contatto in modo efficace, con tanto di template.

1/5) Contatta le aziende su Instagram più propense a collaborare

Per aumentare le tue probabilità di successo, devi partire da chi decidi di contattare. Ci sono aziende che non hanno budget, non hanno considerato questa forma di pubblicità, vedono gli influencer con sospetto e, per altri mille motivi, non vorranno mai collaborare con i micro-influencer.

C’è invece chi la vede come un’opportunità, ha già collaborato con altri profili e potrebbero essere interessato proprio al TUO.

Assicurati che nella tua lista di brand da contattare ci siano aziende che hanno mostrato interesse in passato per questa forma di promozione.

Come fare a capirlo?

Puoi partire da piccoli brand che ti piacciono e andare a spulciare sui loro profili, nei loro hashtag per vedere se hanno avviato qualche campagna influencer. Oppure, se non ne hai nessuno in mente, puoi andare su profili di micro-influencer simili al tuo e vedere con quali brand hanno collaborato.

Ci sono molte probabilità che queste aziende stiano cercando altri profili e tu gli offrirai davvero un’occasione d’oro.

Questo è il metodo con cui ho trovato i primi brand per collaborare su Instagram e, in poco tempo, mi sono trovata casa piena di oggetti di tutti i tipi!

Forse ho un po’ esagerato…

2/5) Cerca di capire le esigenze del brand

Altra cosa importante, prima di scrivere la mail, sono le esigenze specifiche del brand. Le aziende, infatti, possono essere interessate a raggiungere diversi obiettivi dal rapporto con un influencer.

Farsi conoscere da nuove persone può sembrare l’unico ma, lavorando in agenzia, mi sono resa conto che ci sono diverse esigenze che un influencer potrebbe aiutare a colmare. Eccone alcune:

Visibilità

Sicuramente i brand, soprattutto quelli piccoli, si rivolgono ad un influencer per farsi conoscere da tante persone.

In realtà, anche i brand grandi cercano visibilità, ma per loro le cose sono un po’ diverse. L’attenzione è più rivolta ad un nuovo prodotto, piuttosto che al marchio in sé, proprio perché è già abbastanza conosciuto.

Vendite

Anche se gli influencer non sono proprio il canale migliore per ottenere subito vendite dirette, alcuni brand cercano di piazzare i loro prodotti e svuotare i magazzini grazie agli influencer.

Questo richiede una strategia diversa, che non si basa su contenuti che informano o ispirano i follower, ma che li spingano ad andare su un e-commerce o in store.

Decisamente più ambizioso!

Contenuti

Produrre foto e video professionali può costare migliaia di euro e richiede giornate di lavoro. Per questo, i brand potrebbero essere interessati semplicemente a delle foto o dei mini video da riutilizzare sui propri social o sul sito a piacimento.

Non è per niente una cosa da sottovalutare.

Capire esattamente cosa vuole il brand può aumentare notevolmente le possibilità di successo, perché vai a rispondere in modo preciso a un bisogno che stanno cercando di colmare.

3/5) Contatta le aziende su Instagram tramite e-mail

Se stai per contattare aziende su Instagram direttamente sul social, ti invito a non farlo. Vuoi che ti vedano in modo professionale e devi raggiungerli su un canale aziendale.

In chat, ti posso assicurare, è davvero una scocciatura ricevere richieste.

Mi è capitato di gestire campagne di questo tipo e non ero per niente propensa a rinnovare la collaborazione. Per il semplice fatto che entrare in app mi distraeva e non era pratico condividere le informazioni con i miei colleghi.

Quando riesci a reperirla, invia sempre i messaggi tramite mail per facilitare il lavoro del marketing team.

4/5) Fai un elenco dei tuoi punti di forza

E adesso tocca a te. Tante ragazze vogliono contattare le aziende su Instagram per stringere collaborazioni quando hanno poche migliaia di follower. Se anche tu vuoi questo, sappi che devi pensare a cosa puoi offrire loro.

Non pensare a te, è normale che tu voglia ricevere prodotti fantastici gratis. Il problema è che, dall’altra parte, hai un business. Sono concentrati sul ritorno di quell’attività promozionale e sui ricavi.

Per fare ciò, devi partire dai tuoi punti di forza. Quali sono le cose in cui sei al top e che potresti offrire con successo a un’azienda? Sai fare belle foto? Hai un abile storytelling dei prodotti, o un ottimo engagement? Hai creato una community affiatata?

Qualsiasi cosa potrebbe essere interessante se comunicata nell’ottica giusta. E puoi farlo solo dopo aver capito le esigenze del brand.

5/5) Come scrivere una mail di collaborazione davvero efficace

Sto per dirti qualcosa che in molti ignorano, ma aumenterà di molto la probabilità di risposta da parte delle aziende che contatti.

La mail che invii è importantissima e devi innanzitutto assicurarti che sia breve, con ciò intendo non più di 200-300 parole. Poi, devi scriverla con precisione, cioè puntando sulle esigenze specifiche e far trasparire professionalità. Infine, personalizza! Cerca di inserire sempre qualcosa di specifico per non farla sembrare un copia e incolla.

Una mail di questo tipo può essere scritta tenendo a mente cinque paragrafi di massimo tre righe ciascuno:

Intro) Scrivi chi sei e di cosa ti occupi, fai capire subito qual è la tua professione principale, che il tuo account tratta un argomento rilevante per loro.

Paragrafo 1) Perché vuoi collaborare col brand, quali sono le cose che ti piacciono e perché sei in linea con il loro prodotto.

Paragrafo 2) I numeri principali del tuo account Instagram. Non tutti, ma solo quelli in cui sei più forte. Se hai pochi follower e un buon engagement, per esempio, non nominare i primi ma punta tutto sull’interazione.

Paragrafo 3) Cosa puoi fare per loro, quali sono le esigenze a cui puoi rispondere e i benefici che otterranno da questa collaborazione.

Chiusura) Call To Action (CTA), cioè un invito all’azione. Devi far agire la persona che leggerà la mail e l’unico modo per farlo è dirgli esattamente qual è il prossimo passo che deve compiere. A questo punto, potranno assecondarti oppure cestinare il tutto.

Saluti) Breve saluto in cui lasci una porta aperta per evitare procrastinazione da parte di chi leggerà la mail.

 

Entra nella community di blogger e influencer per ricevere ulteriore supporto, guide, preset gratuiti e possibilità di collaborazione su Instagram. Inserisci la tua mail qui sotto:

 

Esempio di mail

Mettiamo che voglio proporre il mio account Instagram @monicpirozzi a @desenio, e-commerce di poster. Siccome sul mio profilo parlo anche di motivazione, mi sento in linea col brand proprio perché hanno nel loro assortimento tanti poster con frasi motivazionali.

Contattare profilo Instagram Desenio Poster

Una volta che mi sono accertata che fa per me e che ha collaborato di recente con altri account su Instagram, faccio una lista dei miei punti di forza e di cosa posso fare per loro.

Poi passo alla mail. Ecco cosa scriverei in 160 parole:

“Ciao,

sono Monica, social media strategist e autrice del blog monicapirozzi.com in cui tratto di blogging, motivazione e influencer marketing.

Mi piace molto Desenio, apprezzo come state svolgendo le vostre campagne influencer, credo siamo molto efficaci per diffondere il brand. Siccome tratto anche il tema motivazione personale, mi piacerebbe avviare una collaborazione con voi per proporre i vostri poster quotes.

Ho un account Instagram con X follower e una pagina Facebook con X like, con persone interessate a questo argomento a cui potrei proporre il prodotto.

Ciò che posso fare per voi è:

  1. Parlare del brand ai miei follower con 4-5 storie parlare sul mio profilo Instagram con Swipe Up e 1 post in feed sia su Instagram che su Facebook
  2. Fornirvi materiale fotografico in linea con quello che pubblicate sulla vostra pagina da utilizzare liberamente sui social.

Se pensate che questa proposta possa portare valore al brand, indicatemi come possiamo proseguire.

Attendo risposta e vi saluto.

Monica Pirozzi”

Prossimo Passo: Cosa fare oggi stesso per contattare le aziende su Instagram

Per contattare in modo efficace le aziende su Instagram, ammesso che tu abbia già una lista di brand interessanti, bisogna proprio partire dalla qualità delle aziende.

Se vuoi iniziare oggi stesso, ecco i passi pratici che puoi fare:

  1. analizza la lista e comprendi quali sono le aziende con cui è più probabile stringere una collaborazione
  2. fai un elenco dei tuoi punti di forza ed evidenzia quali di questi possono essere più interessanti per il brand
  3. scrivi una mail convincente utilizzando come template quello che trovi in questo articolo.

 

Se vuoi approfondire il tema delle collaborazioni con i brand ti consiglio Collaborazioni con aziende su Instagram: come iniziare subito mentre gli altri stanno a guardare

Condividi questo articolo se hai trovato info utili o scrivimi nei commenti per qualsiasi domanda. Rispondedò entro poche ore.

Namasté, Monica.
Ig: monicpirozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.